martedì 31 luglio 2007

 Altri suoni, altre cose...




"Se vi sentite baciati sulla fronte da qualche dio
se vi siete accorti che esiste una condizione umana
ed una possibilità di realismo inquieto nel viverla
se sapete leggere quello che i giornali non scrivono
se non vi intendete come noi di musica
ma non per questo ascoltate i critici
ma se anche non avete mai pensato niente di tutto ciò
perchè la vostra intelligenza non arriva a 70
fatevi coraggio
il mondo è vostro
la situazione è eccellente".






lunedì 30 luglio 2007

 Ognuno ha il suo Gigetto...

Questa sarà capitata a tutti,ovunque.
A scuola, tra le proprie compagnie, ma soprattutto al lavoro.
Questo Gigetto esiste in ogni realtà, ma è un mutaforma sapiente e furbo.
A volte ha l'apparenza del collega, il più delle volte del Capo, quel tipo di Capo democratico che, si sa, non può esistere, sennò sarebbe tutto, meno che un Capo. Gigetto, all'inizio, è timido, quasi riservato. E' arrivato dopo di te e tu sei la sua guida nei meandri delle attività, tra le persone con cui dovrà collaborare: sei il suo Virgilio, ma il più delle volte dovresti sentirti Caron Dimonio "...con occhi di bragia".
Te l'hanno appiopato e tu, che di soddisfazioni ne vedi pochine, hai accettato:i n fondo, magari, ne trarrai un po' di luce riflessa. E ti dai da fare: gli risolvi i piccoli problemi, lo aiuti con gli altri, lo dipingi come una persona socievole ed affidabile
Insomma cerchi di farne uno a cui guardare con benevolenza. Prima o poi spicca il volo da solo, il più è fatto.
Certo, qualche piccolo dubbio ce l'hai pure tu: si insinua in quei momenti di confidenza in cui capisci che lì dentro le persone che lo conoscono da prima sono molte di più di quelle che pensavi (in effetti pensavi che non conoscesse nessuno).
In fondo, però, è un bravo figliolo, magari un po' pignolo, ma si deve fare, suvvia. Poi, come un lampo nel cielo più terso del secolo, arriva il giorno in cui tutto muta (come la sua forma).
D'improvviso la verità si svela, fin nei suoi più amari risvolti: Gigetto è già più avanti di te, ti ha superato e di gran lunga.
Quatto quatto, felinamente, ha fatto carriera.
E' chiaro: era già tutto previsto, era già deciso. Quelli che conosce non conoscono te, anzi, fanno finta di non conoscerti proprio.
Adesso è Lui, Gigetto, che muove i fili del tuo lavoro. Ti senti una merda, letteralmente. Tutto ti crolla addosso, finestre comprese. Adesso si rivela fino in fondo, getta le maschere, mostra l'abbietto volto: è un rompicoglioni, sopratutto con te, che sei stato così carino=idiota
Scopri, con sommo disgusto, che ti ha sempre sputtanato per dietro: davanti tutto moine e pseudo confidente, alle spalle il tuo più feroce denigratore. Gigetto, evidentemente, non ha un cazzo da fare e zero problemi: si accanisce su ogni tua piccola debolezza, su ogni sussurro che ti riguarda, pontifica, sentezia, trae conclusioni a cui neanche tua madre arriverebbe.
Ed ha già una cricca,consolidata ed efficentissima, di persone a cui svelare ogni più recondito tuo segreto (il più delle volte inventato, alla meglio desunto da minuscoli brandelli di conversazione).
Tutti concordi nel dipingerti come opportunista, parassita, se ti va bene sciroccato, bugiardo e traditore. Tu ti stai praticamente comprando un biglietto per l'esaurimento nervoso e rimugini: “Ma dove cazzo ho sbagliato?”.  Alla fine, per non tirarti una rasoiata sulle palpebre, arrivi alla conclusione che Gigetto e Allegra Banda di Sputtanatori ha semplicemente fatto quello che fanno tutti (anche tu, dai, ogni tanto ti sollazzi!):s e ne frega della prima vera ed unica regola della vita, ovvero fatti gli affari tuoi sempre e comunque. Gigetto gode nel vedere che tu stai male, che ci rimugini e, implacabile come una coglionata Berlusconiana, affonda i colpi, ormai senza remissione: vuole ridurti come lo straccio che passi sulla polvere dei tuoi libri (la cosa avviene ogni tre anni, figurati in che stati...). Gigetto non ha freni, non ha morale: è uno dei più loschi bastardi dell' Emisfero Occidentale e tu lo hai portato in palmo di mano.
Gigetto ha una vita perfetta e i difetti li trova solo nella tua e nei tuoi casini, presunti o veri: Gigetto non tira mai il freno e continua a farsi bello davanti a te, ti liscia e poi ti fotte (ma di questo, ormai non te ne accorgi).
Non c'è alcun rimedio: Gigetto è inguaribile, è un appestato della critica facile, della cattiveria gratuita e tu, ormai, sei finito.

Non ti resta che pensare al bello della tua esistenza: la famiglia, quei due o tre colleghi che, forse, ogni tanto (ma chi lo sa sul serio?) ti difendono, o, almeno se ne fregano dei tuoi affari, il sapere che fai il tuo dovere e minchiatine del genere.
Gigetto non muore mai: Gigetto si rigenera ogni giorno, adorato da una pletora di scimmie ammaestrate che, per la maggior parte dei casi, vivono vite meschine e devono rifarsi su di te, che non hai colpa.
O forse no?
Una ce l'hai, pensaci: ti sei fidato di Gigetto e della sua gang.
Scemo.
Mai fidarsi di chi è un Gigetto.

Gigetto! Non mi avrai.
Mai.
Io sono migliore di te.
Non sarà granchè come pensiero, ma è molto più di quelli che formuli tu nella tua testolina ignorante e frustata.
La tua sicumera, un giorno, ti fregherà, stanne certo.

Adieu,Gigetto.



 

domenica 29 luglio 2007

 Summer Dispenser Sms



"Casini: Alleati, vi accuso di ostruzionismo balneare!".
"Stitichezza da spiaggia?".


-Come ti senti?
-Come se mi fosse sceso il cervello nel culo.
-Okay...sicuramente ci sono dei lati positivi che ora mi sfuggono.

(Noiosa la Domenica, eh?)


Under: se qualcuno ha un account "Skype" me lo comunica?


sabato 28 luglio 2007

 Arabesque IV



Un volteggiare di gabbiani all'orizzonte.
Le mani in tasca. Lo sguardo pacato e senza fretta, verso il limitare ed oltre dentro di sé.
I passi lenti, la paura di non capire il tempo che deve passare.
E i ricordi ansiosi di farsi riconoscere per ciò che sono: noi stessi di fronte al desiderio. Vicino alle barche, agli alberi, percepire la luce che si offusca e ingrigisce.
L'umidità che porta l'odore del sale e della fatica. 
E ancora dopo il desiderio delle lunghe ombre estive, del sorriso sudato, affannoso e incompleto.
Così come sono sempre i sorrisi, senza un inizio, ma con una fine che è comprensibile, vivida.
Allora è la sabbia calda, è l'attesa del silenzio che non viene, dello stordimento e del primo sonno.
Quando gli occhi non riescono a sostenere più la voglia di scoprire è tutto acceso.
Il tempo gioca e si allunga, vuol coglierci impreparati, vuol scherzare.
Noi siamo ben disposti, come sempre, e capiamo che se non si vince neanche si perde: si ama, si confonde un sentiero con un altro, tanto è cammino eguale.
Fino al primo barlume di stella, una di quelle coraggiose, di quelle che non si spaventano.
Ammicca tra un piccolo ramo e le luci sconosciute delle stanze.
Le dita scivolano sul vetro.
Mi volto.

(Dev'essere stata la quinta birra di ieri sera...sorry!).


giovedì 26 luglio 2007

 Summer Dispenser Sms



"L'Italia brucia".
"L'Italia sa bruciare benissimo i suoi boschi: meno l'erba cattiva".

martedì 24 luglio 2007

 Summer Dispenser Sms



"Chi fa un lavoro usurante andrà prima in pensione".
"Saranno contenti i miei amici: più usurante che sopportarmi...".

domenica 22 luglio 2007

 "Ave Maria", piena di dollari

Non potrebbe, nella mia visione fin troppo pessimistica, esistere un' “Arcadia”, su questa Terra: né come luogo ideale delle Arti, né, tantomeno, come Società utopica perfetta. Più “1984” che “La vita è meravigliosa”. Tende, l'uomo, alla ricerca di un'armonia che egli stesso ha contribuito a decostruire attraverso la sua pochezza e la sua malvagità: c'è ben poco da fare, e non credo si possa tornare indietro. “Ave Maria” (!), questa città perfetta, ove si vive secondo le regole precise ed assolute del Cattolicesimo, a me spaventa. Non perchè si debba, per forza, condannare questo tipo d'idea monolitica della Religiosità, ma in quanto al farla diventare addirittura un'isola di bellezza, perfezione, mancanza assoluta di problemi ce ne passa. Il progetto funzionerà, credendo anche che gli Americani amano le iperboli. Mi domando, però, se chiudere fuori il Mondo, con tutte le sue storture, con tutti i suoi drammi, la sua sporcizia (morale e non) serva a qualcosa. Alla fine, queste pecorelle, se oseranno varcare i confini di una città del genere, saranno facile preda dei Lupi, che sono molti di più, più furbi ed affamati. A meno di non accettare di vivere per sempre nel recinto, belanti e sazie, ma, credo, con lo sguardo vuoto ed ottenebrato di coloro che hanno una vita luminosa, ma totalmente vuota. Amen.

sabato 21 luglio 2007

 Summer Dispenser Sms



 


"Tu sei una persona troppo seria".
"Devo: questo Paese è già pieno di buffoni".

venerdì 20 luglio 2007

 Summer Dispenser

Ho visto le stelle.
Lanciato on-line un sito per fare catalogare ai navigatori un milione di Galassie. Escluso a priori Berlusconi: lui s'intende solo di stelle nane.

Resto.
Fallito il tentativo di vendere “Alitalia”: ora asta al ribasso. Ho dieci euro, ne avranno due da darmi di resto?

Con cosa?
Fisco: Palazzo Chigi, con fiducia rispettiamo gli impegni. Con la fiducia non so, con culo senz'altro sì.

In galera.
Paris Hilton “lavora” al suo secondo disco. Anche questa è roba da galera.

Voglio la pensione.
Sono anni che parlo male di Berlusconi: voglio la pensione, è un lavoro estremamente usurante.

Ultima spiaggia.
Per “Alitalia” siamo all'ultima spiaggia. Inquinata.

Prima o poi.
Marini: “La Mafia rimane un pericolo”. Accorgersene prima che qualcuno ci rimetta la pelle mai, eh?

Non c'è differenza.
GB: propone agli editori plagi della Austen, nessuno se ne accorge. Qui si propone una brutta copia della Costituzione e il risultato è lo stesso.

Percezioni.
Il 74% degli Italiani si sente povero. Io non sento nulla: lo so per certo.

Insistere.
La “Honda” conferma Barrichello e Button per la stagione 2008 di F1. Coraggio, continuate a farvi del male.

Buone notizie.
Padre Bossi è libero. Non c'è nulla da dire: bisogna solo esserne molto contenti.

mercoledì 18 luglio 2007

 Summer Dispenser

Misteri.
Rosy Bindi si candida a Presidente del PD, ma non svela il suo programma. Il “Codice da Bindi”.

Non voto più.
Cossiga non voterà più a Palazzo Madama. Si prevedono festeggiamenti: s'attendeva una notizia così dal 1978.

Ritiri.
Anche l'ultimo, ipotetico, cliente si è ritirato dall'Asta per l'acquisto di “Alitalia”. I polli non volano.

Candidato.
Fini potrebbe candidarsi a Sindaco della "Città Eterna". Roma, Caput Fasci.

Stringere!
Il Governo stringe i tempi sulle Pensioni. Noi, intanto, si continua a stringere la cinghia.

Fiducia.
Prodi rinnova la fiducia alla Bonino. Unico e solo.

Tutti d'accordo.
La riforma degli “007” (!) mette i Poli d'accordo. Finalmente tutti quanti potranno spiarsi senza preferenze.

Pollice verde.
Una donna trasforma il suo attico in piantagione per 670 piante di Marijuana. Pollice da sballo.

Paura.
Beccati 12 assenteisti tra il personale dell'ospedale di Perugia. Visti i servizi erogati, nessuno si era accorto della mancanza.

Comprensione.
Sting licenzia la cuoca incinta perchè “inefficiente”. Lo Yoga non insegna l'uso del cervello.

Dimenticata.
Carmen Lasorella si dice “dimenticata dentro la Rai”. Vogliamo cercarla questa chiave, e mandarla fuori?

Spazio Pubblicità: se volete leggere qualcosa per le vostre orecchie, andate a trovare l'amico "Drugo".

martedì 17 luglio 2007

 Nel mentre...



Mentre un culo vale più di due Lauree (magari prese per culo, appunto), mentre la gente continua ad usare le strade come proprio mattatoio personale, mentre ci ghiaccciamo la schiena con in condizionatori, mentre i “giornali” si riempiono ancora di foto di una nullità come Corona, mentre Briatore inaugura il suo casino per ricchi anche quest'anno, mentre allegramente diamo fuoco agli alberi, mentre mandare a fare in culo una persona non è più reato (alleluja!), mentre chi può permetterselo (pochi) sta al sole o al fresco dei monti, mentre i bambini ci rimangono perchè toccano un lampione, mentre la gente continua a pensare solo a se stessa ed al Male che può fare, mentre il Web si riempie sempre più di vigliacchi, di gente piccola, di gente meschina, di soloni e paraculi, mentre non si riesce a dormire perchè agli altri non frega nulla dei bisogni altrui, mentre i Servizi “Segreti” hanno forse ammazzato anche Borsellino, mentre la merda viene sempre più su, mentre una modella guadagna 33 milioni di dollari e i calciattori anche di più, mentre uno come Feltri dirige un quotidiano e la Bindi vuol fare il Presidente del PD, mentre alle 14 ci sono 34°C, tu perdi per sempre un collega in un minuto, una brava persona, una bella persona. Che senso ha?

domenica 15 luglio 2007

 The Tinner the Air


 


Cara M.,
       
ecco, oggi, non mi sono svegliato con la solita stanchezza, di quella che s'attacca come il sudore muto delle notti agitate, del dormiveglia, delle maledizioni ad un niente, a Nessuno. No, stamani avevo un frammento di volto ad accompagnare i gesti dell'alba, ad accogliere la luce nascente di un'altra soleggiata, afosa noia. Era il frammento di uno di quelli che tu ti ostini a chiamare sogni: per me sono infatuazioni notturni, brevi desideri, come quelli che sfuggono dagli occhi di chi si incrocia per un attimo, di una donna che mai più tornerà nella tua vita, ma che in quell'istante ha il potere prevaricante di fermare ogni altro pensiero. Il volto di A. è stato insieme a me, fino a quando ho deciso di scrivertene. So che vuoi il dove e il perchè. Era l'atrio della tua Università, vicino al giardino. Perchè? Questo dovresti dirmelo tu, che sembri sapere come far albergare il dubbio nella mia assoluta decisione di non pensare a tutto quel periodo. Che strano tipo di uomo hai cercato di convincere: uno che ripete su se stesso sempre, in ossessione, un desiderio di annullamento, e che ti continuo torna sui suoi passi. Forse un ragazzino avrebbe più senso della misura e pudore. Anche adesso, che vorrei dirti che quel viso me lo sto cancellando a forza, non riesco a mentirti. Ti vedrei alzare una spalla, una smorfia della tua bocca sottile, come a dire che sono piccole cose, come le lacrime di quel giorno che ci siamo visti, una specie di battuta di spirito, m'hai detto. Posso darti ragione, adesso che m'aspetta fatica e tempo buttato, che tutto il resto, perfino un caffè schifoso, prenderà il posto nella mia testa di questo momento che ti ho voluto dire.
Va bene, ogni istante va bene, ogni volta che rubo per cercare di dare e per ritrovarti. La mia attesa non è vana, tu m'accompagni ed io non ho timore alcuno. Torna il fresco stasera.
D.

sabato 14 luglio 2007

 Summer Dispenser

(Edizione breve: è sabato per tutti).

Triade
.
Costanzo intermediario tra Totti e Corona. Il pappone, il pupone e il pirlone.

Ritrovarsi.
I Genesis: “Ritrovato il nostro vecchio feeling”. Persa per sempre la musica, invece.

Reminiscenze.
Berlusconi punta sui “Circoli della Libertà”. Una volta si chiamavano casini.

Perfino.
Cambiano gli uffici Postali. Pare che, adesso, si possano perfino spedire delle lettere.


giovedì 12 luglio 2007

 Summer Dispenser

Cus-cus.
Spariscono i “Dico”, arriva il “Cus”. Un cus-cus che già riesce indigesto.

Grazie?
La CDL batte il Governo sulla Giustizia e Mastella minacia le dimissioni. Sta a vedere che adesso tocca dire “Grazie” anche a Berlusconi.

Troppa grazia.
L'aumento delle pensioni minime sarà di 33€ al mese. Boom di prenotazioni per le Mercedes.

Facile.
Il Papa hai giornalisti: “Come fate a trovarmi?”. Semplice: seguono l'eco delle stupidaggini.

Carta Bianca.
Luttazzi afferma che su “LA7” avrà carta bianca. La riempiranno i suo Avvocati con le prossime denunce.

Giochi.
Spielberg si dedica ai video-giochi. Perchè i suoi film cosa sono?

Cosa ha fatto?
Pronto un “manifesto” di Rutelli pro-Veltroni. Cosa gli avrà fatto di male, poi, povero Walter...

Tre volte a settimana.
Secondo un sondaggio, la maggioranza delle persone vuole fare sesso almeno tre volte a settimana. Escluse le prestazioni con mogli e mariti, ovviamente.

Di più.
Per Bush Al-Qaeda non è forte come nel 2001. Grazie a Lui lo è molto di più.

Progetti.
Nel PD, Prodi intende dare spazio a candidati e progetti. Basta che siano suoi.

Che squadrone!
Gene Gnocchi in ritiro con il Parma. Una squadra da ridere.

mercoledì 11 luglio 2007

 Summer Dispenser

Vero Leader.
Veltroni appoggia il Referendum Elettorale, ma non lo firma. Ha già capito come si fa il Leader.

Riconoscimenti.
Ratzinger afferma che “...dialogo non significa riconoscere altre Chiese”. E neanche riconoscere l'ottusità, se è per questo.

Lasciti.
Bertolaso: “Lascio la Campania in buone mani”, ma con pessima aria.

Roba di lusso.
Amanda Sandrelli Presidente del “Premio Wella” a Venezia. Roba da mettere nel curriculum, eh?

Esiste solo...
Per Bondi a Sinistra esiste solo il Giustizialismo. A Destra, invece, solo cazzate.

Senza confini.
“Picchiare le donne? Costume siculo-pakistano”, afferma Amato. Tacere, invece, non ha confini.

Sms.
Imprenditore Ticinese licenzia 15 operai con un sms. Neanche la soddisfazione di poterlo mandare a quel Paese di persona.

Sparizioni.
Sparisce, con il nuovo primo Emendamento della Legge sulla Giustizia, la scelta tra PM e Giudice. Tranquilli, tra un po' sparirà la Giustizia in sé.

Scoperte.
Draghi ha scoperto che i tassi sui mutui, in Italia, sono i più alti d'Europa. Complimenti: milioni di Noi se ne accorgono ogni fine mese, da anni.

Roba da duri.
Bossi Jr. non andrà all' “Isola dei famosi” (sich!): il papà non vuole. Pare non ce l'abbia duro.

Roba bianca.
Consegnato plico a giornalista con polvere bianca. Adesso uno la cocaina non può farsela neanche mandare via lettera, vivvadio.

Due conti.
Un Italiano su tre ha fumato uno spinello. Gli altri due molti di più.



lunedì 9 luglio 2007

 Summery Questions

● Perchè Prodi?
● Perchè ho tre moleskine in bianco?
● Perchè Gaber nella pubblicità della “500”?
● Perchè Berlusconi?
● Perchè non avremo una pensione?
● Perchè i vigliacchi nei Blogs?
● Perchè il vino nel cartone?
● Perchè Mastella?
● Perchè sì?
● Perchè le donne non hanno il libretto delle istruzioni? (Non mia)
● Perchè gli uomini non sanno leggere le istruzioni?
● Perchè i cd di Pero Pelù?
● Perchè Grillo?
● Perchè la “Scuola Diaz”?
● Perchè gli spaghetti con la marmellata?
● Perchè no?
● Perchè l'Inter?
● Perchè non fare finta di niente?
● Perchè non te ne stai zitto?
Perchè “Transit”?

domenica 8 luglio 2007

 Realmente andato...




Mi senti?
Sono sulla cima della collina, che guardo giù.
La strada è polvere, la mia auto che sta assieme per Grazia di Dio, il bar di Joe e le sue mosche.
Ascolta come suona adesso la mia voce, senza bellezza, senza alcun fervore.
Ma io faccio solo cubi,cubi di musica, del mio dolore spezzato e appiccicoso.
Un cubo sta in una mano, non ha sostegno: un tavolo ha bisogno di tre gambe, che se ne fa di quattro?
Che bisogno c'è di altro se riesco a battere anche il tempo solo con la mia bocca, quella lì, sì, quella che scompare e riappare, che grattugia nell'aria parole sputate.
Da qualche parte, nel Mississippi, esiste una donna nera che ha stregato il mio fato con l'arte vecchissima della Magia di Luce Nera.
Ah, io sono l'adepto, il Seguace Eletto della carta vetrata e della chitarra.
Uh,come quando dici che la mia Canzone l'hai sentita mille volte e sei ancora qui, a tendere l'orecchio e a scavare dentro qualche bottiglia che non sapevi di tenere da parte per l'occasione. 
La Regina della Magia è dentro il mio anello, come il segno, è il segno.
La vedi la linea, qui sulla collina...sembra presa dai giochi che facevo con mio padre.
Oltre la linea ci sei tu.
Giochiamo a scambiarci la maschera, la mia è scura,ma non tenebrosa.
Corriamo giù verso il fiume e facciamoci portare in qualche cesso di posto tra Santa Rosa e la Piccola Dresda.
Ti farò conoscere il Fenicottero con il fucile e Lei cucinerà per noi.
Sotto la veranda canteremo ancora di chi è andato per davvero, di chi dovrebbe andare fuori dai coglioni.
Mescoleremo con una padella di 200 anni il pane, l'acqua e le camelie.
E poi,sì,ci ubriacheremo fino all'alba,per fare colazione da qualche parte che non sia Noi.

“I'm gonna drive all night
Take some speed
I'm gonna wait for the sun
To shine on me
I cut a hole in my roof
The shape of a heart
And I'm goin' out west
Where they'll appreciate me.”

(Sia bello ringraziare Zoe per tutto questo).


sabato 7 luglio 2007

 Summer Dispenser

Figurati.
Berlusconi: “Mai dato indicazioni per schedature”. No, ha proprio dettato parola per parola.

Finalmente!
Prodi: “Sulle pensioni ora decido io”. Finalmente sappiamo chi mettere al posto di Dio nelle bestemmie.

Magia.
Esce il nuovo Harry Potter. Sim Sala Chi Se Ne Frega.

Mai fidarsi.
Bertinotti confida nel Parlamento per una nuova Legge Elettorale. Siamo rovinati prima di partire.

Rimedi.
Gli albergatori chiedono provvedimenti urgenti per rimediare alla mancata vacanza di metà degli Italiani. Prezzi onesti no, eh?

Filosofia.
Berlusconi, sulla Thatcher: “Se fosse stata gnocca me la ricorderei”. Anche Noi ci ricorderemmo di Lui, fosse stato intelligente.

Sassi e valanghe.
Giorgio Faletti: “Il mio film non è un sasso dal cavalcavia”. Probabilmente è solo una valanga di cazzate.

Meraviglia.
Oggi a Lisbona si sveleranno le sette nuove “meraviglie del Mondo”. Disappunto di Berlusconi per essere stato escluso.

Temerario.
Mastella: “Le crisi non mi spaventano”. Per forza, è abituato a vedersi ogni giorno allo specchio.

Al solito.
Dini su Prodi: “Se cade il Governo sono affari suoi”. E cazzi nostri.

Dal vivo.
I Pooh tornano a cantare dal vivo. Il tour si chiamerà: “Una dormitina insieme a Voi”.

mercoledì 4 luglio 2007

 Summer Dispenser Sms





"Non ti fai vedere, non scrivi...".
"Fino a Sabato non mi becchi: sto con gli onesti".