martedì 29 luglio 2008

 Grazie del Premio, gra.

Ultimamente, sicuramente con poco merito ed alcuna fatica, questo "Bloghettino" ha ricevuto un bel pò di premi. Il che è piacevole, sicuramente eccessivo, ma gradito. La questione è come contraccambiare. Quella colonna lì a destra (che, poi, non contiene tutti i link che dovrebbe) è fatta solo di persone (non siti) che stimo, che mi fanno pensare, spesso sorridere, mai (quasi mai) arrabbiare. Mi risulta un attimino laborioso seguire le regole dei vari riconoscimenti, perciò allungo e vado in contropiede: conferisco, a tutti coloro che frequentano il Blog, il Premio "Macca Agent". Di seguito motivazioni e chiacchiere.

1) Il Premio "Macca Agent 2008" viene conferito, ad insindacabile ed unico giudizio, da parte del Blogger nominato "Macca" (che ha, a suo tempo, vinto come peggior "nick" della Rete), annualmente, sempre ammesso che la Giuria si ricordi di rinnovarlo.
2) Il Premio non consiste in somme di denaro, nè in coppe, medaglie e cotillons vari, nè in generi alimentari (deperibili od in scatola), ma solo in un attestato virtuale di stima, amicizia e solidarietà umana nei confronti dei premiati.
3) Il Premio "Macca Agent" può essere girato, evitato, ignorato, calpestato e deriso da chiunque, a patto che se ne dia comunicazione scritta pubblica alla Giuria.
4) Datosi che la Giuria non è affatto avvezza alla buona pratica grafica, l'icona riproducibile, in formato e modo a discrezione dei premiati, è un gentilissimo, carinissimo, preziosissimo (fa caldo, fjoi!) omaggio dell'amico "Rude Bad". Essa può essere collocata ovunque sul Blog del premiato, ma anche no.
5) Reclami ed insulti sono ammessi.




Buon Godimento a tutti.

Up date del I° Agosto.
A) Grazie a tutti quelli che, con buona dose d'incoscienza dovuta probabilmente al clima, hanno già inserito il bannerino sui loro "Blog". Devo dire, in maniera del tutto parziale, che ci fa la sua porca figura;
B) Agosto, Blog mio non ti conosco. Per un pò non s'aggiorna (lo scopo recondito è sempre la soglia dei 100 commenti, chè mi farà dimagrire di un etto), ma si passa il tempo a disposizione a commentare gli altri, tutti gli altri. Così imparate.

Up date del 5 Agosto.
A) Vi sfido, dài. Ditemi che l'estate è bella, il sole, bla bla. Qui si parla di una linea tracciata sulla sabbia (appunto): o di qua o di là.
B) Mi concedo un pò di vanto e sempre grazie a "Rude Bad" vi informo che è disponibile il codice per il bannerino (richiedere via mail: danmatt@gmail.com, anche per altre esigenze, eventualmente). Così potete fregiarvi del Premio in maniera completa. Lo so, sono momenti magici.


(Nella colonna di destra è comparso un simpatico bannerino: "Macôr", l'aggregatore dei Blogs Friulani. Un'altra pensata giusta del "Dree". Dateci un'occhiata, sopratutto se non siete di queste parti).

lunedì 28 luglio 2008

 Un altro cinema



Un altro pezzo di storia del nostro Cinema che se ne va.
Ed era un cinema diverso, che non c'è più.
Io lo preferisco ancora di gran lunga a quello d'oggi.
Non perchè non ci siano belle cose, tutt'altro, ma una volta era tutto più pulito.
Ecco.

"Ma và morì ammazzato, tu e la Koscina!".
("Il vigile", Luigi Zampa, 1961).

venerdì 25 luglio 2008

 Mini Dispenser (ma mini mini)




Dare aria.
Secondo Berlusconi "...il lodo è libertà". E aprire la bocca per dargli aria, fesseria.

Con calma.
Obama ha promesso di venire in Italia il prima possibile. Se vorrà vedere qualcuno diverso da Berlusconi, se ne parla nel 2020.

My Job.
Favorire la fusione all'interno è lavoro per Veltroni, "My job". Il mio starne lontano.

Santo subito.
La donna di Karadzic afferma: "Macchè boia, è un Santo". Poi perchè uno bestemmia.

The Wall.
Obama vuole "...abbattere tutti i muri". Iniziamo con quelli nella testa di Bush.

Il caro e vecchio "Snaporaz" si è divertito con una rubrica simile. Dove? Qui.


lunedì 21 luglio 2008

 Imperfect Day?


Voglio sorprendere
la luce
e mangiarla
come le piante:
ne ho bisogno
per accecarmi 
e ridere e mentire,
aprendo gli occhi
per tornare ad incontrarti
con le dita che tremano.
Mi girerò
e ti vedrò inattesa.
Ricomincerò a sperare.

(“Streamer² Remix” by Daniele)

A mia Moglie. L'unica. Sempre.

Bruce Nauman, [title not know], 1990, Tate Modern, London.

Grazie, Splinder. Sempre meglio...




 






 

sabato 19 luglio 2008

 Mi ricordo, sì, mi ricordo



«La lotta alla mafia dev'essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità».

(Paolo Borsellino)

mercoledì 16 luglio 2008

 Music Dispenser
   
(mini break polemico)

E' qualche giorno, complice il tempo a dir poco bizzarro, che noto parecchio nervosismo in giro.
Ho deciso di contribuire mettendomi contro un pò di gente.
Quando si fa i "critici" di musica è così, si sa.
Dei dischi da odiare o da amare. O da ignorare. A Voi.
(L'immagine poi la sistemo. Thank You, Splinder: ottimo lavoro!).

The Last Shadow Puppets - "The Age Of Understatement".

45 anni in due, prima prova: quasi capolavoro. Il nuovo pop esiste.



Le luci della centrale elettrica - "Canzoni da spiaggia deturpata".

Va bene lo "spleen" e l'impegno, ma Ferretti era altra cosa. Se ci mettete nel digipack la lametta, suicidio perfetto.



Bruce Springsteen - "Magic".

Nonostante Castaldo e Assante scrivano ancora, questo disco è un mezzo schifo. Si salva quello che loro non hanno ascoltato.



Madonna - "Hard Candy".

Perchè?



Lorena McKennitt - "An Ancient Muse".

Se non riuscite a dormire con il caldo.



Ligabue - "Secondo tempo".

Speriamo non ci siano i supplementari.



Max Pezzali - "Max Live 2008".

Secondo Fegiz uno "...dei più grandi artisti degli ultimi anni". Si commenta da sè.



Frankie Hi nrg mc - "Deprimodemaggio".

Fare un album politico si può ancora. Alla faccia di Fabi Fibra.



Coldplay - "Viva La Vida...".

Disco quasi perfetto. Quello che gli U2 non riusciranno a fare più, neanche con Brian Eno.



Amy Winehouse - "Frank".

Vedi alla voce "Madonna".



Sigur Ròs - "MED SUD I EYRUM VID SPILUM ENDALAUST".

La lingua è incomprensibile, ma la musica non ha bisogno di parole.

Edward Ruscha, "Thick Blochs Of Musical Fudge", 1976, Museum Of Modern Art (MOMA), New York.








 

lunedì 14 luglio 2008

 Dispenser




Garetta?
In Grecia gara di sesso orale gratuita, offerta da nove prostitute Inglesi. Quando si dice arrivare primi.

Magna magna.
Arrestato Del Turco per tangenti e appropriazione indebita. Una volta Magna Grecia: adesso Magna Magna.

Stiamo calmi.
La Casa Bianca invita alla calma sul Darfur. Anche i genocidi vanno fatti in pace.

Disinformati.
Secondo Berlusconi sulla "Robin Tax" c'è disinformazione. Per fortuna sua.

No problem.
Il dialogo non è "preoccupazione del PDL". Neanche la mia.

Proprio male.
Giusy Ferreri ancora prima nella "hit parade". In Italia va di schifo proprio in ogni settore.

Lo fanno tutti.
Anche i pinguini fanno sesso in cambio di favori. E allora perchè i Caimani no?

Non si fa.
Vietati i sit-in alle Olimpiadi. Vai in Cina e ti sembra d'essere in Tibet.

Ecco spiegato.
La chimica può spiegare perfino l'eros, a detta degli scienziati. Ferrara ha subito chiesto ripetizioni.

Dirglielo?
"Il Papa non veste Prada, ma Cristo", secondo "L'Osservatore Romano". Chissà se Gesù lo sa.


giovedì 10 luglio 2008

 Coma Divine


Di solito a me Sofri non piace molto: tuttavia, su "La Repubblica" di oggi, devo dire che mi ha convinto. Tra tutti gli articoli che ho letto riguardanti la vicenda di Eluana Englaro è quello meno "scentrato", anche se resta nell'area che si oppone alle dichiarazioni del Vaticano (non di tutta la Chiesa). In vicende così delicate non si può parlare di mediazioni o "interpretazioni", dacchè chiunque ne avrebbe di diverse e tutte egualmente valide. Semmai si evidenzia un vuoto legislativo e morale su cui siamo, al solito, in ritardo, se non altro d'impegno. Non mi illudo che una Legge dello Stato (non del Vaticano) possa redimere tutte le istanze ideologiche o scientifiche, morali o religiose, ma darebbe, perlomeno, un indirizzo meno astratto. E bisogna farlo subito. Sono, tuttavia, demoralizzato dalla mia incapacità di comprendere, con la buona volontà derivatami dal sapere che solo attraverso il dialogo si cresca, atteggiamenti come quelli che definiscono il coma "...una forma di vita". Si strumentalizza solo dalla parte di chi è a favore del distacco? Non mi pare proprio, a questo punto. E' più facile che vi sia il solito, riuscito molte volte, tentativo di influenzare, deviare e volgere ad un favore le cose. Il che insulta le persone che soffrono, due volte. Meschino per meschino, il Paradiso prima o poi sarà pieno e qualcuno scenderà di un paio di piani.

Jean (Hans) Arp, "Untitled (Squares Arranged according to the laws of Chance)", 1917, Museum Of Modern Art (MOMA).

Up date.
Gabriele, nei commenti, mi ha sollecitato (e lo ringrazio) a dedicare uno dei prossimi "post" all'argomento in essere. Perciò, vi ho avvertiti...

lunedì 7 luglio 2008

 Dispenser





Specialità Olimpica.
Berlusconi presenzierà alle Olimpiadi. Specialità: salto del processo.


Piove (e sbaglio gomma).

Piove e a Silverstone la Ferrari non ne fa una giusta. Una Massa di fessi.

Era ora!
Berlusconi paventa il ritorno del Fascismo. Finalmente questa è casa sua.

Scherzi.
Bossi ama scherzare. Sulle cose vere.

Olè!
Guai per la Carrà: "Carramba" potrebbe saltare. Che sorpresa!

Mamma mia.
Gli Abba non torneranno insieme: la casa di riposo li vuole a letto sempre alle 22.

Ostaggi.
Il "PD" è ostaggio di Di Pietro, secondo Gasparri. Lui, invece, della sua mediocrità.

Oui.
Maroni: "Io fascista e populista?". Sì.

Visitors.
Tre poliziotti a Cardiff dicono di aver visto un UFO dal loro elicottero. Erano appena decollati dal parcheggio del pub.

Inserto hot.
Nel libro (?) della Marini c'è un inserto chiuso vietato ai minori. Contiene le foto di Cecchi Gori.

Sai le risate.
Della nuova giunta di Sgarbi "...parlerà il Mondo". E sai le risate.




martedì 1 luglio 2008

 Emergency?



"In questi mondi dove trionfa il culto degli ideali, degli universali generatori di mitologie -totalitarie o democratiche- l'individuo passa per quantità trascurabile. Lo si tollera o celebra soltanto quando mette la propria esistenza al servizio della causa che lo supera e alla quale tutti dedicano un culto. Il Prete, il Ministro, il Militante, il Rivoluzionario, il Funzionario, il Soldato, il Capitalista brillano tutti come assistenti di quelle divinità a cui si uniformano i più. Dove sono gli individualismi solari e solitari, magici e magnifici? Cosa sono diventate le eccezioni radiose nelle quali s'incarna, fino all'incandescenza, quella coscienza che non si dissolve sotto l'oppressione? Cosa le meteore che, sole, solcano il cielo con superbia prima di sprofondare nella notte?".

(Michel Onfray, "La politica del ribelle - Trattato di resistenza e insubordinazione", Fazi Editore, 2008).

E' tanto evidente che forse non sto ancora bene?
(So che è brutto leggere uno che si lamenta, so di non essere il solo a non essere perfettamente a piombo, ma mi concedete brevi sprazzi di di depressione, senza, per questo apparir fastidioso? Suvvia! :-)

Sir Eduardo Paolozzi, "Tortured Life", 1964, Tate Modern, London.