venerdì 5 settembre 2008

 La zoccola duro



Ultimi fuochi d'estate, in pruriginosa salsa Provinciale. Tre eminenti rappresentanti della Borghesia locale, un avvocato, un albergatore ed un imprenditore si danno da fare affinchè un noto (anonimo, comunque) politico di "FI", quando scende in città, sia  soddisfatto. Insomma, venga, in tutti i sensi, volentieri. L'avvocato procurava le "escort" [sic] via Internet, l'imprenditore cacciava la parcella e quell'altro offriva il "bed and breakfast". Giù titoli, indiscrezioni, grattatine: una delle ragazze, si scopre, è autoctona, più che bella direi banalmente evidente. Oggi, paginone intero d'intervista: si sappia che si parte dai 200€, per arrivare ai 1000€ (chissà che roba...). Contorni di sogni televisivi, un pò di melodramma e di sana praticità gestionale. Uno spazio così neanche se ci fosse stato George Clooney beccato con bianchetto in Piazza. L'avvocato non può essere indagato, a detta dei colleghi, perchè cercar donnine vere sulla rete niente ha che fare con la sua professione: quell'altro non sa che nel suo albergo ci passano le "pretty woman" e il solerte imprenditore fa figurare il tutto come rappresentanza.

Robetta, che assurge alle nove colonne perchè è meglio pensare che i nostri politici e "vip's" sono dei simpatici puttanieri estivi, piuttosto che dei miseri omenuncoli. Così tutti felici: il popolino ridacchia e vagheggia saldi invernali a metà tariffa, che son tempi duri.

Joe Tilson, "He She and It Il", 1970, Tate Modern, London.