martedì 23 settembre 2008

 My Old School




Giovedì scorso (ne scrivo ora, per i noti, alcolemici motivi) ho volantinato davanti alla scuola "primaria" di mia figlia. Non è stata solo una scelta Politica personale, contro una riforma che ritengo, in molti dei suoi aspetti, sbagliata, ma anche una maniera di mettermi in gioco come genitore, senza nascondermi, senza delegare, cercando un dialogo sopratutto con le madri ed i padri degli alunni. Credo che la maggior parte delle persone che ho incontrato, almeno quelle che non facevano finta di non conoscermi, abbiano compreso l'importanza di questo momento per la scuola Pubblica Italiana.

Due giorni prima, alcune maestre della stessa scuola avevano manifestato la loro contrarietà alla riforma presentandosi al lavoro con il lutto al braccio: segno tolto non appena sono iniziate le lezioni, per non creare disturbo ai bambini. Al di là delle reazioni, anche scomposte, dei giorni successivi (di cui non parlo, perchè sono in atto ancora azioni di comprensione dei fatti), è da rimarcare la presa di posizione di due Consiglieri Regionali del "PDL" che hanno ritenuto opportuna un'interrogazione al Consiglio stesso, nella quale si chiede di licenziare coloro che hanno protestato in tale maniera. Per loro è stato un atteggiamento chiaramente Politico, lesivo della tranquillità e della dignità degli alunni.

Non credo serva a molto ricordare che nella nostra Costituzione (mi pare che sia ancora in atto), la Scuola pubblica è garante fondamentale anche per affermare i moderni diritti di cittadinanza e Libertà. A questo punto, i segnali di uno strisciante ritorno a regimi temo dittatoriali e meschini sono inequivocabili. Tremo al pensiero di una scuola ancora più derelitta, abbandonata a se stessa, senza mezzi, senza risorse per poter affrontare una società violenta, affatto tollerante e non ancora disposta all'integrazione. A favore, ovviamente, dei più abbienti, che credono che pagando i problemi dei loro figli non esistano.

Tra le prossime mosse del Governo ci sarà lo sconto sull'olio di ricino per tutte le famiglie Italiane.
Regolarizzare si sa è importante.
E per digerire certe cose un aiutino ci sta.

Franck Auerbach, "Working Drawing for Primrose Hill", 1968, Tate Modern, London.