giovedì 12 gennaio 2012

Porcellum forever



Molti sanno che i quesiti referendari non sono proprio limpidi: scritti in "politichese" sembrano fatti apposta per non far intendere le intenzioni, le volontà di chi li propone. Ciò non toglie che stiamo discutendo di una decisione della Corte Costituzionale, non esattamente dei dilettanti. Se si tratta di questione procedurale o Costituzionale, lo sapremo. Quello che da subito si può dire è che questa Legge non andava fatta nel 2005: forse bisogna sventare prima questa ignominia. Non c'era la crisi, non c'era la benzina a 1,80€ e gli Italiani se la godevano, senza pensieri: erano affaccendati in altro, al solito. Dopo sette anni di elezioni varie e di improponibili personaggi messi lì da altrettanto impresentabili politici fatti alla TV, adesso la realtà appare anche più amara. E' che, come dicevano altri, in questo Paese arriviamo sempre dopo, quando ci sono solo gli estremi rimedi. La battaglia da fare è quella di un potere veramente in mano al popolo, che, guarda caso, non va al ristorante per venti euro. Inutile dirci in faccia di svegliarci: grufolano i porcelli e ridono. Di noi.