martedì 15 maggio 2012

Waiting Phase Eight



Sembra uno di quei quadri patinati ed inutili che stanno alle pareti di salotti inutili, zeppi di gente inutile. Perchè si può essere inutili, invisibili, in piedi nonostante il macigno della vita che si sperpera in rimandi. Scrivono e pensano di cercare un senso, di aggrapparsi all'affetto, a questa maledizione dell'amore e della comprensione. Ma tutto se ne va, è un fotogramma sfuocato, un'immagine che credi di cogliere, la coda dell'occhio accecata da un abbaglio, perduta, ma veramente mai trovata.
Basta la consapevolezza.
Basta un minimo di coraggio, perchè la vigliaccheria di un gesto è tale solo per chi è morto e crede di sognare.

[Photo by Lasse Hoile]