mercoledì 7 novembre 2012

Il pelo dell'Ohio



Nel suo discorso immediatamente dopo la vittoria, Obama ha usato spesso il "Voi", parlando a tutti gli Americani, non solo coloro che l'hanno rieletto. Dopo quattro anni molto complicati (ricordo i miei post del 2008; erano più carichi d'aspettative e fiducia di adesso), ha chiaro che per andare avanti necessita di tutto l'appoggio possibile. Non è solo il suo carisma che può trainare fuori dal pantano di un'economia che gli Stati Uniti stessi hanno devastato, nè mettere un'aura di pacificazione in Medio Oriente, dove dalla primavera si sta passando ad un autunno molto freddo. Dovrà essere un Obama diverso, più deciso (come lui stesso ammette), più concreto: circondarsi di persone valide e dimostrare di non essere succubo di Wall Street. Romney, che appariva improponibile tanto era vicino ad un Bush solo leggermente più intelligente, ha avuto il voto di larghe fasce di popolazione: i "white collar" certamente, ma anche le persone anziane, sopratutto bianche e non dispiaceva affatto ad Israele. Un interventista, un cow-boy cui, adesso, spetterà dare una mano al suo rivale, se davvero, come dice, l'America viene prima di tutto. Altri quattro anni di Obama si stagliano su Mondo collassato, impoverito, rabbioso e scontento: ci sono quasi due miliardi di persone che cercano lavoro e non c'è posto nemmeno per la metà di esse. Perchè l'elezione di un Presidente Americano è globale, nella sua importanza e finanche la Cina, il vero colosso dell'economia, dovrà fare i suoi conti. E' straniante pensare che tutto questo entri nel nostri piatto, ma è così. Con la consapevolezza che un Uomo resta tale anche se abita alla "Casa Bianca" e che noi, in Italia, dobbiamo immediatamente tornare con i piedi per terra, perchè i politici che abbiamo sono quello che sono. E neanche uno Springsteen a farci ballare.

[Il riferimento del titolo è allo Stato dell'Ohio, sempre definito "l'ago della bilancia". Obama ha avuti, in quella terra, il 50,1%, contro il 48,2% di Romney. In soldoni, centomila voti in più. Il classico pelo nell'uovo, se volete, ma non indigesto, per una volta].