domenica 14 luglio 2013

Che te lo dico a fare?


Ma che scandalo. Ma quale irritazione. A me sembra ormai assodato che un vice Presidente del Senato (sic) offenda un Ministro della Repubblica Italiana. Andate indietro nel tempo e ripensate a quante imbecillità (sono buono) hanno detto questi politici da pollaio, ignoranti come i sassi del Po. Non c'è problema, non c'è mai stato. E' il solo modo che hanno per far parlare di sè, dopo avere rubato in ogni dove ed essersi ridotti a far parte di un "partito" patetico. L'insulto, ad alti livelli, è comunicazione. Se lo avesse fatto un Blogger idiota, non l'avrebbe letto nessuno o, perlomeno, non sarebbe riuscito ad avere l'eco che hanno questi. Non ci siete abituati? Me ne rendo conto: l'idiozia congenita fa paura. Metti di trovarti uno così al bar, son cavoli. cozzare contro l'analfabetismo culturale può fare molto male.
Molto più di quella fitta di semplice incazzatura che deve aver provato una persona intelligente come l'Onorevole Kyenge.
Per chi la "pensa" come il fenomeno della foto c'è "Libero", "Il Giornale" e "La Padania" da portare come Vangeli.
A me fanno pietà e sono sicuro che, prima o poi, le cose cambieranno.
E questi non avranno di che vivere.