venerdì 26 luglio 2013

Maleducati blindati




Io son sempre qui che spero di scrivere cose diverse, di argomenti che non siano ripetitivi e sfiancanti, nella loro profonda fastidiosità. La vicenda Dall'Osso è cosi miserabile che le nostre istituzioni, piene di mezze seghe (scusate), cialtroni e delinquenti, sono affossate nel ridicolo da anni. Hai voglia te a fare i discorsi di civiltà, ad andare alle manifestazioni contro la mafia, a star lì a parlare di diritti e serietà. Ti ritrovi, poi, come nelle peggiori osterie, dove, almeno, la voce del popolo ha un senso, anche quando è volgare, vista la presa per i fondelli cinquantennale a cui si è ormai abituati. Non mi sembra, era ieri, che descrivevo la medesima miserabilità: un giorno mi divertirò a fare il conto dei post "fotocopia" che mi sono sforzato di fare in undici anni. Ce li abbiamo messi noi, cari, anche se con questa legge una "x" diventa aleatoria: poi decidono quelli bravi, diciamo i meno scemi. Bella scusa, ma siccome non li si può mandare a casa perchè sono più blindati di Fort Knox, che fare? Insultarli? E' una perdita di tempo. Vogliono anche regolamentare il Web, perchè l'onorabilità lesa si paghi a suon di carcere (dove non si sa, visto che ormai non c'è posto nemmeno per le guardie).
Diciamocelo: siamo alla fine, oltre la maleducazione, oltre l'ignoranza.
Riandiamo al vassallaggio.
Una parte di idioti italioti la troveranno sempre e chi non li vuole inizi a contarsi.
Il tempo per molte cose e per moltissimi di loro deve finire.