venerdì 6 novembre 2015

Voi



Voi, che adesso che si può dire tutto vi svegliate e dite proprio tutto.
Voi, che le parole degli altri sono più efficaci e non esprimete mai un pensiero -uno- che sia vostro.
Voi, che una virgola ogni tanto ci sta.
Voi, che se si celebra un Poeta vi incazzate perchè altri mille sono persi nell'oblio.
Voi, che se non si conoscono quei mille poeti ignorate l'altro.
Voi, che sapete tutto, ma di tutto.
Voi, che pensate d'essere poeti, artisti, gente che fa cose originali e poi vivete il livore dell'invidia.
Voi, che non sapete che l'invidia è il sentimento più diffuso e ne abusate.
Voi, che ogni film o canzone è già stata fatta, ma non da Voi.
Voi, che fingete l'Amore, perchè è tutto un gioco.
Voi, che assumete ogni tipo di opinione per poterla denigrare.
Voi, che un'opinione ce l'avete per ogni singolo argomento.
Voi, che siete intellettuali, ma offendete.
Voi, che usate la parola "Odio" e l'odio lo coltivate.
Voi, che gli altri sono solo un mezzo, mai il fine.
Voi, che giudicare non si fa.
Voi, che giudicate in continuazione.
Voi, che sapete mentire.
Voi, che siete in equilibrio.
Voi, che siete amici di tutti.
Voi che non capite che non si può essere amici di tutti.
Voi, che le pilloline più sì che no.
Voi, che è più facile stare con chi la pensa come sempre e come conviene.
Voi, che illudete.
Voi, che vi fate illudere.
Voi, che perdonate, perchè è giusto.
Voi, che è giusto perdonare, ma non dimenticare.
Voi, che vorreste che il Mondo fosse diverso, fosse fatto da Voi.
Voi e il vostro ego.
Voi e la disciplina della negazione.
Voi e la marcia delle idee inarrestabili.
Voi e Voi.

Voi siete come me.