mercoledì 11 aprile 2012

Un paese di merda [Explicit Lyrics]



Dopo un ostinato e volontario silenzio sulla Lega ed il resto, mi corre l'obbligo di tornare a scassare le scatole della rete facendo assurgere a mio interesse le parole di Roberto Libertà (sic), figlio del Bossi piangente: "Questo è un paese di merda".
Caro "signore", questo è un paese di merda per colpa di quelli come Lei, come suo fratello, come i mafiosi (del Nord o del Sud, indifferente), dei politici rincoglioniti, di quei 314 che hanno votato "sì" sul fatto che una piccola arrampicatrice sociale era la nipote di Mubarak, di quelli che le macchine gliele pago io e che se ne fottono perfino (pensi cosa arrivo a scrivere) della buona fede di coloro che hanno creduto alle vostre stronzate pseudo politiche per anni.
Questo è un paese di merda per colpa anche di quelli che non rubano, ma che sputano sui marciapiedi, parcheggiano dove vogliono e guardano la TV dei decerebrati.
Questo è un paese di merda perchè la gente che studia non va a fare il consigliere regionale, ma finisce in un call center a 400€ al mese, insulti degli utenti compresi: questo è un paese di merda perchè un signore di cinquant'anni non trova lavoro e s'ammazza.
Come può immaginare, l'elenco è praticamente infinito e non vorrei tediarla, preso come sarà da trovare la maniera di fottere ancora soldi e farsi parare il culo per i prossimi anni.
Guardi, se qui non le piace, se ne vada: di certo ci sarà aria più pulita da respirare e meno cazzate da sentire.
Ed io non perderò mezz'ora della mia vita per risponderle.
Adieu.

"I'm The Grand Wazoo.
Keeper of the mystic scrolls,
Fuck you if you don't like my hat".
(Frank "Iddio" Zappa)