Passa ai contenuti principali
 The Last Post of the Year
          (вы желаете целый караван)




Aggiungo una celebrazione all'altra: il Natale incombente (minaccioso?) e la cancellazione di un confine, veramente uno degli ultimi in Europa.
Per molti come me c'era una sorta di consuetudine, che si può celebrare come memoria, ora.
Una di quelle memorie “minori”: non una Guerra, non un evento politico, non un avvenimento naturale.
Cose che non vengono riportate dai libri o sentite alla radio: una semplice abitudine.
Era quella di andare in Yugoslavia.
Quel confine che, a mezzanotte, non ci sarà più veniva superato quasi ogni settimana, per comprare la carne o per rifornirsi di benzina. Si entrava in questi market che i più avrebbero definito tristi, solo perchè spartani, legati ad un'idea praticità, più che d'apparenza. Come erano buone le gelèe di frutta. Per me è sempre rimasto andare in “Yugo”: non rifiutare il nuovo status di quel Paese, ma restare legato ad un periodo lontano della mia vita.
Spesso accade che i ricordi dell'infanzia e dell'adoscelenza sembrino i più belli, ma è solo perchè ormai sono smarginati, quasi senza colori.
 Eppure quei brevi viaggi, o le vacanze sul mare cristallino della costa, stanno lì e sfidano le miserie della politica, dell'odio e dei ragionamenti “da fuori”, sempre troppo sottili.
In fondo quel confine per tanti non c'è mai stato e le divise verdi della Polizia Yugoslava non erano di certo il nemico. Stanotte si festeggia: a me resta il gusto amarognolo della fine di un tempo che non ha mai guardato in faccia le cose importanti, ma che si confrontava sempre e solo con il cuore.
Almeno per una volta sia concesso.

Ecco, adesso ci sarebbero da lasciare gli Auguri per questo carrozzone scalcinato e un po' cialtrone che si chiama Italia. Invece li lascio, sinceri ed affettuosi, alle persone che stanno sul carrozzone: agli amici Bloggers, a quelli che ho conosciuto di persona (la mia splendida sorella “Lama”, la Compagna adorata “Miru”, la geniale “”, la grande “Simplest”...e altri) e a quelli che conoscerò in futuro, alla brava gente onesta e a tutti quelli che mi dimentico, ma solo perchè sto diventando anziano.
Senza farla lunga, a tutti, davvero tutti.
Siate sopratutto sereni e in salute: il resto si risolve.
Grazie per questi dodici mesi e per la pazienza.
Le incursioni in rete sono probabili: difficile starne fuori.
Ma sempre meglio non esagerare.

Foto: fatta a Roma.

Commenti

  1. Di solito non faccio auguri per Natale. Ma per l'anno nuovo sì.

    E manco dalla Yugo dal 2000... accidenti, mi manca...

    RispondiElimina
  2. Ricordo che ero a Nova Gorica il giorno in cui iniziò la guerra di Milosevic. Ero in piazza, con un panino in mano, quando una cannonata sulla scritta NAS TITO ha fatto tremare, col Sabotino, tutta la città. Siamo scappati di corsa verso il confine ed un ragazzotto in divisa per poco non ci ha scaricato addosso il mitra. E poi ricordo i soldati con la faccia cattiva che pattugliavano il palazzo della stazione. E mi ricordo la stella rossa che mio padre mi indicava ogni volta che ci passavamo davanti...

    Cavolo, abbiamo avuto anche noi la nostra piccola Berlino...

    saluti, fuarce Friûl!

    RispondiElimina
  3. devo fare assolutamente gli auguri di Buon Natale a questo "anziano" che riesce sempre a stupirmi e a farmi riflettere con le sue mirabili, concise scritture!


    Ciao Daniele

    C.

    RispondiElimina
  4. Grazie mille!!!!

    Tanti tanti auguri pure a te e alla tua famiglia..

    Baci!!!!!

    RispondiElimina
  5. un caro saluto!


    Creonte

    RispondiElimina
  6. Confini o non confini gli auguri e l'affetto grazie a Dio riescono sempre a passare, allora un buonissimo Natale anche a te e a tutti quelli che nonostante questo "carrozzone scalcinato chiamato Italia" sbandi sempre di più, non perdono il coraggio di tenere gli occhi aperti e guardare avanti con ottimismo. Un saluto!

    RispondiElimina
  7. Ti ho lasciato indicazioni nella messaggeria (per il problema dell'apertura del blog).

    Per gli auguri di Natale, invece, a tempo debito. :)

    RispondiElimina
  8. a proposito di ex jugoslavia, spero che il kosovo raggiunga finalmente, dopo anni e anni di torture l'indipendenza che merita. E così questo è il tuo ultimo post allora? sicuro che non ci sarà un post per capodanno?


    vabbè dai tanti auguri anche a te! a Presto!

    RispondiElimina
  9. Ricambio gli auguri che mi ha rivolto.

    Ciao!

    RispondiElimina
  10. Maledetto, mi pigli alle spalle!


    Un abbraccio, Danie', e arrivederci al nuovo anno. O magari prima: quando annusi la scia che sa di grappa... seguila. ;-)


    (Alex321: oh, e che, mi ti butti così sul calendariale? Buon sostizio d'inverno, ecchediamine! :-D )

    RispondiElimina
  11. Siamo sicuri che sarà l'ultimo, vecchia lince?

    Abbraccioni

    RispondiElimina
  12. tantissimi auguri sinceri a te e famiglia :)

    caffè e fetta di panettone!!!

    dany

    RispondiElimina
  13. tantissimi auguri sinceri a te e famiglia :)

    caffè e fetta di panettone!!!

    dany

    RispondiElimina
  14. tantissimi auguri sinceri a te e famiglia :)

    caffè e fetta di panettone!!!

    dany

    RispondiElimina
  15. tantissimi auguri sinceri a te e famiglia :)

    caffè e fetta di panettone!!!

    dany

    RispondiElimina
  16. Adesso siamo noi qui a confrontarci col cuore... Pochi, ma ci siamo, perchè io ci credo... Auguroni davvero, Giulia

    RispondiElimina
  17. Le cose vanno troppo male, per fortuna quando scrivo e faccio i post mi trasferisco in una dimenzione e in un tempo inreale, e non penzo a nulla, per ora è l'unico sistema per non piangere. Caro Daniele ti ringrazio per i tuoi commenti spero che tu scriva ancora, leggerti mi aiuta, e mi fa bene. Un caro saluto da una amica, che sbaglia sempre le virgole.;)

    RispondiElimina
  18. grazie a te per esserci sempre..ma quel "troppo anziano" non mi convince molto! :)

    RispondiElimina
  19. Noi continueremo a confrontarci sempre e solo col cuore. Questo per adesso è un nostro spazio e qui il tuo personale è un gran bello spazio. Sono felice di averti conosciuto e di essermi confrontata qui con te e tutti questi cari amici. Un abbraccio e buon Natale. Io non so cosa farò...ma te lo farò sapere,, Giulia

    RispondiElimina
  20. E' stato un lontano posto di vacanza per me...con ricordi intensi ed un lungo viaggio in auto all'interno, dove i bimbi andavano al seguito di animali magrissimi.

    TI AUGURO TUTTO ciò CHE DESIDERI. Un abbraccio alla tua famiglia.

    grazie.

    danis

    RispondiElimina
  21. Ciao carissimo e auguroni per tutto!

    Anche a tutta la tua famiglia ovviamente.


    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  22. Anche io, ma ero piccolo, (11 anni) in settimana bianca, ho avuto la fortuna di valicare il confine di quella che si chiamava ancora Yugoslavia. Sono Stato a Kraniska Gora. Ricordo ancora la "puzza" di quelle cose, non ho mai capito cosa fosse, che bruciavano nei camini. La stessa "puzza" l'ho ritrovata dopo 22 anni, a marzo scorso, alla periferia di Cracovia, mentre andavo ad Auschwitz. E poi ricordo un cordial di colore rosso, bevuto insieme ad una fetta di dolce dal sapore sconosciuto. Sono passati 22 anni, ma il sapore e l'odore li ricordo ancora. Laici auguri di Buon Natale, ancora più sentiti di uno splendido 2008.

    RispondiElimina
  23. Ehi Macca,


    grazie per la segnalazione, bug eliminato.

    Passa pure a vedere... anzi ne ho proprio adesso aggiunto un altro... se hai voglia di farti 2 risate...


    : )))

    RispondiElimina
  24. un abbraccione grande orso...

    ci si risente presto

    RispondiElimina
  25. Che cagata è quella che splinder non consente di linkare poveri dementi che stanno su blogger, riagganciandomi al tuo commento da me? Possibile che 'ste piattaforme siano diventate così selettive? Io non ci sto! Co' sta cosa che son gratis pensano di poter permettersi qualsiasi cosa.

    RispondiElimina
  26. Ho scritto una parolaccia qui nel mio commento al tuo commento sul mio blog, e splinder mi ha cassato il commento.

    Ma che diamine!

    'ste piattaforme stanno diventando sempre più selettive...

    RispondiElimina
  27. Va bè, forse più che selettive son lente...ora allora mi diverto a afare unpo' di spam su splinder!

    Buon spam a te, macca!

    RispondiElimina
  28. AUGURONISSIMI!!!

    Oggi rinfresco natalizio!

    Bacioni :-)

    RispondiElimina
  29. antipatie molte...

    nessun nemico...


    buone feste a te ...

    : ) ciao..

    RispondiElimina
  30. O Daniè

    Tanti Auguri

    Che sia un Natale ed un anno nuovo felice e sereno.

    RispondiElimina
  31. grazie!!!! Tesoro Grazie!!!!!!

    Grazie! Grazie! Grazie!!!!!!!!

    Tanti cari AuGuRi!!!!!

    E davvero, serenità e salute!!!!!

    Gioia e fantasia!!!!

    Ma soprattutto SALUTE!!!!

    ciao... poco frequente b.

    RispondiElimina
  32. toda joia, caro Daniele !Ricambio di cuore gli auguri a Te e Famiglia tutta! Non farci mancare i tuoi post, veh???? Smack, smack!!!

    RispondiElimina
  33. Tanti auguri anche a te caro Daniele, l'invito che mi fai a brindare con un rosso lo estendo a tutti gli amici bloggers e lo alziamo alla tua salute... ciao Daniele ci vediamo all'anno nuovo... AUGURI

    RispondiElimina
  34. azzo hai già finito l'anno?

    il mio natale non è iniziato molto bene. spero finisca meglio.

    un bacio dove non batte il sole

    RispondiElimina
  35. auguri daniele! ;-)


    supramonte

    RispondiElimina
  36. complimenti per il post evocativo

    e per la foto-ultimo 'principio di Peter'

    capito sul tuo blog giusto in tempo per ricevere i tuoi auguri.. che ovviamente ricambio! :-)

    RispondiElimina
  37. Gallina vecchia fa buon brodo...

    ciao vecchiaccio

    RispondiElimina
  38. augu!!!!!


    (troppo giovanilistico, dici? va ben c'è di peggio, no?)

    RispondiElimina
  39. Niente rimane immutato, almeno apparentemente le cose cambiano di continuo...

    Buon Natale e grazie per la stima che mi offri e che ricambio fortemente.

    un abbraccio

    RispondiElimina
  40. La legge di murphy adattata alla politica è eccezionale.


    Speriamo che, almeno stavolta, si applichi il teorema di GHrshen:

    Anche la legge di murphy ha le sue eccezioni.

    UN sorriso augurale

    Mister X di Comicomix

    RispondiElimina
  41. auguroni anche a te daniè! a presto! :)

    RispondiElimina
  42. Tante feste di buoni auguri a te, famiglia, conoscenti, corregionali, connazionali, cocontinentali, coplanetari.


    La Yugo, io la preferisco cosi'; quella voluta da Tito era parecchio forzata.

    Ma posso capire la tua nostalgia.

    RispondiElimina
  43. Ho vissuto, per un anno accanto a quel confine, quando da militare fui mandato ad Opicina.

    Sebbene fossi li in divisa, non ho trovato mai nemici da ambo i lati.

    In fondo, l'unico straniero ero io.

    Buone feste

    RispondiElimina
  44. carissimo,gentile,schietto,amico:)grazie,per le gradite visite..vn abbraccio affettuoso,con l'auspicio d'un sereno periodo natalizio,per te ed i tuoi cari..a presto!kisses.your sincerely jackie.

    RispondiElimina
  45. passa delle belle feste, vecchio mio, "sereno e in salute", ché tanto poi il resto si risolve da sé

    estendi l'augurio a tutti i tuoi cari, ti abbraccio

    luca

    RispondiElimina
  46. Buon Natale.... e grazie di ricordarti di me....

    Barbara

    RispondiElimina
  47. Un saluto e auguri.

    Spero di venire a leggerti presto...

    RispondiElimina
  48. sì, il resto si risolve.

    un augurio, e un sorriso.


    simy

    RispondiElimina
  49. a te, che hai saputo indirizzarmi in questa nuova avventura sul blog.

    a te, che hai sempre una parola giusta da donare.

    a te, e al tuo giusto dire.

    a te auguro buone feste...

    un abbraccio affettuoso da M. e dalla sua mente polverosa.

    RispondiElimina
  50. eh sì...non sono logata...

    quella sopra sono io...marianchela!

    RispondiElimina
  51. eh sì...non sono logata...

    quella sopra sono io...marianchela!

    RispondiElimina
  52. eh sì...non sono logata...

    quella sopra sono io...marianchela!

    RispondiElimina
  53. eh sì...non sono logata...

    quella sopra sono io...marianchela!

    RispondiElimina
  54. ma tu lo sai quanto ci impiega il mio computer a caricare 55 commenti????

    bellissimo post, sarà il mio primo natale lontano da certe abitudini che lì per lì denigri anche perchè è così che ti insegnao a fare gli sguardi complici dei cugini ma poi...certe cose mancano...

    buone feste anche a te...sì sì torna a vedere come sto, quest'anno che arriva DEVE per forza essere mijore di questo...sperem...

    abbracci e baci

    RispondiElimina
  55. tu andavi dai comunisti quando loro non potevano venire diqquà? comunista!

    e, nel caso lavorassi in rai, prostituto!



    gli auguri li prendo solo se mi garantisci la loro laicissimità ;-)

    RispondiElimina
  56. che, ovviamente laicissimi, contraccambio..

    RispondiElimina
  57. l'abbattimento dei muri per noi non puo' che avere un significato speciale;

    buone feste carissimo

    un abbraccio dal trio

    Lorenzo Anne Veronica

    RispondiElimina
  58. Un post bellissimo! Vivo lontana da ogni confine geografico, ma le tue parole mi hanno fatto percepire la malinconia del cambiamento avvenuto. Un modo di essere e un mondo che scompare

    Un caro saluto e un augurio di un Natale sereno.

    Patrizia.

    RispondiElimina
  59. Buone feste, di cuore, a tutti!

    f.

    RispondiElimina
  60. Tanti auguri, caro Daniele!


    Un abbraccio forte forte.


    Cris

    RispondiElimina
  61. magari con l'anno nuovo entro nella speciale classifica dei blogger conosciuti di persona.. siamo lontanucci ma.. mai dire mai!

    RispondiElimina
  62. si passava per gli auguri, Prof...

    il prossimo sarà il nostro anno...

    RispondiElimina
  63. Buon Natale sereno d in compagnia dei tuoi cari a te Daniele :)

    RispondiElimina
  64. Buon Natalone Daniele!

    ma dove sei?

    in giro per gli ultimi acquisti?


    :-)

    RispondiElimina
  65. Lo so, è un po' tardi, ma questa mattina nel mio bosco virtuale, mi sono riposata un po'. Adesso sono circondata da fate, folletti e amici virtuali, una cosa vi voglio dire, per me esistono le fate i folletti esistete anche voi. Adesso insieme a loro entriamo nel pc e vi veniamo a trovare, ci sediamo in un angoletto della vostra tavola, scusate non siamo stati invitati, ma sappiamo che ci volete tutti bene, per questo abbiamo approfittato, siamo silenziosi , discreti, e anche sognatori. Adesso mi sposto e vado attizzare la legna nel vostro focolare e faccio tante faville colorate, il folletto Buzzichino è vicino all'albero e si prende un torroncino, è troppo impegnato per aiutarmi, ha sempre qualcosa da sgranocchiare. Adesso tutti insieme cantiamo un coro del bosco prima di mangiare. Tanti, tanti, tantissimi auguri per tutti i commensali di buone feste e Buon Natale.


    scusami Daniele questa volta ho copiato e incollato un mio scritto.

    RispondiElimina
  66. sono smarginati e senza colri, ma hanno un sapore antico di cose buone. Siccome questo sapore oggi sa più di amaro, forse è per questo che tornano prepotentemente alla mente.

    Buon natale Daniele

    RispondiElimina
  67. Tanti, tantissimi auguri di un felice Natale e meraviglioso nuovo anno. E grazie del SMS

    RispondiElimina
  68. sereno natale...ho un pò di tuoi post arretrati da leggere,lo farò in queste feste.

    auguriiiiiiiiii

    RispondiElimina
  69. Mandi da un internet cafe di mala Strana, Praga, ca dut ben, Stef

    RispondiElimina
  70. Ciao Daniele io ho fame, oggi sono rimasta sola a studio,questo sarà il mio ultimo Natale che passo in questo posto e ho valuto godermi il mio passato in solitudine e meditazione, e poi dovevo smaltire due commenti dell'anonimo. Un caro saluto bacione franca

    RispondiElimina
  71. Tanti auguri amico!!!!


    Un abbraccio!


    RudeBad

    RispondiElimina
  72. All'inzio degli anni 90 andavamo spesso in Yugo, a bere birra, vedere concerti e ascoltare buona musica.

    La scena alternativa era vivissima, pensa ai Laibach, ai Borghesia e al Klub K4 di Lubiana.



    Andavo al Bunker, una discoteca a Sempeter, dove la birra costava poche lire e c'era musica elettronica e industriale, cosa che in FVG non c'era.

    Di italiani ce n'erano ancora pochi e quindi eravamo benvisti. :-)


    Bei tempi.


    Buon Natale,

    swamp

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

O bello. Ciao.

Il gioco era di quelli possibili per tutti. Quando sono entrato in Facebook, dieci anni fa, ci si baloccava alla grande: come sempre era tutto da fare. Conoscevi un sacco di gente e pure bella, interessante, piacevole. Cazzeggio. Poi si va sul serio: ogni tipo di serietà, dalla politica al calcio (che serio non può mai essere), la musica, arte, quello che ti pare. E la cosa cresce, in termini di tempo. E poi di ansia. Chi dice che i "social network" creano angoscia e isolano non sbaglia. Non ha nemmeno ragione, comunque.

E iniziano i discorsi sull'uso del mezzo e non della sua inutilità: ma, infatti, Facebook non è mai stato inutile. E' cambiato, perchè è mutata la gente, il suo modo di approcciarsi al coso blu. Poi la spirale, per me da sempre debole da questo punto di vista, dell'affermazione: quanti hanno letto? E' piaciuto? Perchè quell'altro mi dice di lasciar perdere, che so?, la politica? La mia amica legge lui e non me. Che cazzo. No.

No, perchè …

L' effetto che fa.

A volte sembra quasi un incubo. Lucido e reale. Di quelli da cui ti svegli nei rari momenti di serenità che riesci a strappare qui e là. No, non parlo di psicofarmaci, sennò la goduria sarebbe più lunga. Lavoro, quello è un incubo. Chiarisco, non per tutti. Per quelli che come me, non avendo mai leccato il culo a nessuno, pagano le proprie colpe. Giustamente. Interamente, senza sconti, senza pietà. Ed è tutto corretto: non puoi appellarti.

Qualche mese fa, in un tribunale (e lì che si parla spesso del lavoro, qualcuno mi ha detto che per i mestieri "non qualificati" non c'è futuro. Ah, bene. Certamente il mondo si sta spostando verso le specializzazioni alte. Internet ha cambiato ogni cosa ed è solo l'inizio. Tutto va così veloce che nemmeno chi ci sta dentro riesce a tenere il passo. Dietro la scrivania c'è già qualcuno che ne sa più di te, o ha un'idea geniale, un'applicazione fottutamente innovativa o ha fatto tre master al "MIT".

Di questo …

Talula, eh?

"Talula, eh?'", dice la figlia di un'amica che ancora non si esprime in maniera fluente: "Paura, eh?" sta a significare. Ci si arriva da soli. E' la maniera così spontanea e pulita di chi ancora non sa "dire" ciò che prova, ma che sente perfettamente cosa significhi quel momento, quell'attimo: magari scendendo da uno scivolo, sbucciandosi le ginocchia, come spero sempre facciano più bambini possibile.
Che è meglio che imparare da un videogioco o dalle noiose parole degli adulti.

Eppure mi ha fatto pensare alle mie, di paure. Ormai, vista la vetusta età, acclarate e persino persistenti. E immagino pensiate soprattutto a quella della morte, della fine della corsa, dell'arriverderci e grazie, è stato bello ma breve. In effetti ci penso spesso, ma debbo ammettere, con un filo di sovraeccitazione, che non è la peggiore.
A volte vira verso l'indifferenza o, non me ne vogliate, la liberazione.

Ne ho mille altre: politiche (be', questa è …