Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Bella sì

La libertà è quella cosa che ti permette, tra l'altro, di leggere o meno qualcosa. Pure in rete. Anzi, soprattutto un Blog. Al Blog ci arrivi perchè lo vuoi: in altri luoghi vedi scorrere via veloci, vecchie dopo tre minuti, un sacco di cose.
Per dire che qui le cose sono sempre state piuttosto chiare e senza paura di affermarle.

Se a Pordenone non si può cantare "Bella ciao", il 25 Aprile, può darsi che interessi a pochi. Carina l'idea dell'ordine pubblico, che salta fuori un po' a caso: magari questa cosa andrebbe usata, che so?, sui campetti di calcio, dove anche i papà dei muletti si menano o menano gli altri.

Sulfurea puzzetta di revisionismo, che, italianicamente, è solo un bel dire che certe cose, senza approfondimento, danno fastidio. Sono sessantanove anni che si festeggia la Liberazione dal Fascismo, ma tutti (proprio tutti) sanno che questa meraviglia ideologica non è mai morta: è viva e lotta con o contro di noi.

Erano quelli i bei tempi in cui s…

Part Two

Cliccare sulla foto per la galleria completa.
{No Words}

Tutta questa gente

Nessun generale ha mai vinto una guerra senza soldati. Lapalissiano. E siccome "...la politica non è che la continuazione della guerra con altri mezzi" (cit.*), appare ovvio che chi ama e vuole il potere si circonda di truppe a Lui fedeli. Elettori, ovviamente, e poi la corte dei leccapiedi, avvocati, consulenti e via dicendo. Cosa normale, direi storica.

Negli ultimi anni questo baluardo di difensori del Capo ha ricevuto nuove connotazioni grazie ad una persona come Berlusconi, che ha fondato sul populismo tutta la sua attività fuori dall'economia, ovvero il suo modo di fare politica. Una strategia, come detto milioni di volte, furba e semplicissima, che ha raggiunto la sua apoteosi in questi giorni in cui questo signore è stato condannato dalla Giustizia Italiana per reati fiscali in vi definitiva.

Ormai non si abbandona la nave, quando affonda, lasciando il capitano a governare la fine della faccenda, ma ci si erge a scudi umani e propagandistici per affermare la sua…

Opinioni vs. soloni

[Questo non è mai stato un Blog d'informazione, ma di opinione. Meglio ribadirlo, anche ai pochissimi che mi onorano della propria attenzione. E sì, perchè c'è una differenza sostanziale tra chi dice la sua e chi fa giornalismo/informazione. Io riporto notizie da giornali e siti: di certo posso (ed ho) sbagliato, alcune volte, a farlo, perchè chi aveva il dovere di verificare fonti e avvenimenti non l'ha fatto con il dovuto discernimento e professionalità. Quello è un problema che non mi riguarda, se non di sponda. Non sono un giornalista, per fortuna.]

Ancora oggi, data astrale 2014, mi pare ci siano grossi e anche voluti fraintendimenti sulle differenze che ci sono tra i vari tipi di modalità ed uso dei siti personali. Ribadisco, personali. Le testate giornalistiche che si cimentano sul web sono altra cosa, partono da presupposti diversi e, senza meno, contano sulla (presunta) professionalità di chi le gestisce. L'opinione di un giornalista non è quella di un "…