Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2007
Macca the comeback?

Bene.
Da stasera qui si chiude fino al 26. Che pacchia, eh?
Chi ha le chiavi può entrare ed uscire: ricordarsi solo di dar da mangiare al Compagno Garfo, chè in questo periodo è affamato.
Nel frattempo, se cade il Governo non è colpa mia, e nemmeno se l'Italia non si qualifica.
Il resto può aspettare, sennò ci pensate Voi.
Mandi.
Up-date from Rome: per ora tutto bene. Ho lasciato qualche messaggio di saluto, ma ora ho accesso ad una connessione dal "B&B". Ovviamente non farò post, ma magari puntatine qua e là. Una prima considerazione: chi guida a Roma in qualsiasi altra città d'Italia si sentirà non solo isolato, ma l'unico che sa condurre un'auto. Io me lo ricordavo, il traffico: quello che vedo ogni giorno, no.
Si mangia bene.
Ci sono nugoli di ragazze splendide.
Il sole (dell'avvenire) splende.

Second Up-Date: direi che è più logico affidare alcune riflessioni ad un Post, quando rientro. Le evidenze saltano agli occhi, le contraddizioni…
Macca the comeback?

Bene.
Da stasera qui si chiude fino al 26. Che pacchia, eh?
Chi ha le chiavi può entrare ed uscire: ricordarsi solo di dar da mangiare al Compagno Garfo, chè in questo periodo è affamato.
Nel frattempo, se cade il Governo non è colpa mia, e nemmeno se l'Italia non si qualifica.
Il resto può aspettare, sennò ci pensate Voi.
Mandi.
Up-date from Rome: per ora tutto bene. Ho lasciato qualche messaggio di saluto, ma ora ho accesso ad una connessione dal "B&B". Ovviamente non farò post, ma magari puntatine qua e là. Una prima considerazione: chi guida a Roma in qualsiasi altra città d'Italia si sentirà non solo isolato, ma l'unico che sa condurre un'auto. Io me lo ricordavo, il traffico: quello che vedo ogni giorno, no.
Si mangia bene.
Ci sono nugoli di ragazze splendide.
Il sole (dell'avvenire) splende.

Second Up-Date: direi che è più logico affidare alcune riflessioni ad un Post, quando rientro. Le evidenze saltano agli occhi, le contraddizioni…
Dog eat dog



Ci perdiamo quotidianamente tra i miasmi di un Mondo che ha poco di buono. Nei Blog, in Rete, compaiono in continuazione articoli che mi mettono in guardia sulle storture del “sistema”, sul fatto che non contiamo nulla, per quanto si sbraiti, ci si indigni. E petizioni, a iosa: tutte giuste, ineccepibili, assolutamente verificabili.

Ieri mi è giunta una mail rivoltante, credetemi, da vomitare. In un filmato spaventoso si viene portati a conoscenza (almeno, io non lo sapevo) della “pratica”, attuata in Cina, di scuoiare vivi i cani, considerati animali da pelliccia. Ora, di fronte a certe cose a me passa il “politically correct”. Non ho mai considerato quella Occidentale come una Civiltà superiore, visto, appunto, lo schifo che facciamo ogni giorno, ma non mi si chieda di comprendere “tradizioni” altrui del genere. Per risparmiare mezzi di soppressione, a questo punto benevoli, ciò che accade è assolutamente ingiustificabile. La mail giunge da persona fidata, che come me è r…
Dog eat dog



Ci perdiamo quotidianamente tra i miasmi di un Mondo che ha poco di buono. Nei Blog, in Rete, compaiono in continuazione articoli che mi mettono in guardia sulle storture del “sistema”, sul fatto che non contiamo nulla, per quanto si sbraiti, ci si indigni. E petizioni, a iosa: tutte giuste, ineccepibili, assolutamente verificabili.

Ieri mi è giunta una mail rivoltante, credetemi, da vomitare. In un filmato spaventoso si viene portati a conoscenza (almeno, io non lo sapevo) della “pratica”, attuata in Cina, di scuoiare vivi i cani, considerati animali da pelliccia. Ora, di fronte a certe cose a me passa il “politically correct”. Non ho mai considerato quella Occidentale come una Civiltà superiore, visto, appunto, lo schifo che facciamo ogni giorno, ma non mi si chieda di comprendere “tradizioni” altrui del genere. Per risparmiare mezzi di soppressione, a questo punto benevoli, ciò che accade è assolutamente ingiustificabile. La mail giunge da persona fidata, che come me è r…
Tutto e niente




Sono passati diciasette anni dalla prima pagina pubblicata on-line: il 13 Novembre del 1990 è la data riconosciuta come inizio dell'era di Internet (anche se, in realtà, il giorno ufficiale sarà quello del 6 Agosto 1991). Come sempre, tutto sembra lontano. Quell'anno vidi la Spagna giocare i Mondiali qui, nella mia città: non avevo ancora litigato per una donna (nota: la cosa più idiota dell'Universo), ma la cosa sarebbe accaduta da lì a poco. Volti, strade, città, eventi, scazzi: la vita, è passata in questi diciasette anni. Mi stupisco di quante cose riesca a dimenticare, a non trattenere. E lo dico proprio dalle “pagine” di un Blog, che ormai è una cosa normale, anzi, banale. Un altro pianeta, fatto di aperture infinite e splendide cose; nel contempo, portatore di inenarrabili schifezze. Però una maniera per ritornare a pensare, ricordare e capire. Un bel Compleanno, direi, con una nota ottimistica per me quasi inusuale. Non serve fare gli Auguri a tutti. …
Tutto e niente




Sono passati diciasette anni dalla prima pagina pubblicata on-line: il 13 Novembre del 1990 è la data riconosciuta come inizio dell'era di Internet (anche se, in realtà, il giorno ufficiale sarà quello del 6 Agosto 1991). Come sempre, tutto sembra lontano. Quell'anno vidi la Spagna giocare i Mondiali qui, nella mia città: non avevo ancora litigato per una donna (nota: la cosa più idiota dell'Universo), ma la cosa sarebbe accaduta da lì a poco. Volti, strade, città, eventi, scazzi: la vita, è passata in questi diciasette anni. Mi stupisco di quante cose riesca a dimenticare, a non trattenere. E lo dico proprio dalle “pagine” di un Blog, che ormai è una cosa normale, anzi, banale. Un altro pianeta, fatto di aperture infinite e splendide cose; nel contempo, portatore di inenarrabili schifezze. Però una maniera per ritornare a pensare, ricordare e capire. Un bel Compleanno, direi, con una nota ottimistica per me quasi inusuale. Non serve fare gli Auguri a tutti. …
Meglio fregare, no?



Più telefonini (portatili) che gente. In Italia è così. Personalmente comincio a non usarlo quasi più, che è una reazione normale, dopo anni di intasamento. A quando vedo, intorno, invece, a suon di nuovi modelli sempre più completi (davvero si arriverà a quello che fa il caffè?) e di offerte differenti, è una escalation continua. Però, io che foraggio una delle più grandi Aziende del settore, ho sempre temuto quello che poi s'è avverato: qui ci pigliano allegramente per il culo. Leggetevi questo ottimo, davvero ottimo post sull'ultima trovata di questi “signori”. Siccome “Skype” è una delle poche cose che funziona, mi pareva strano che un gestore telefonico potesse associarsi a questo tipo di comunicazione senza ciurlare. A riprova di quanto detto, restino nella nostra mente i migliaia di ricorsi contro questi truffatori: un'offerta normale non esiste, la fregatura c'è sempre, sempre. E intanto pare che il marito di Afef (questo mi ricordo di lui, n…
Meglio fregare, no?



Più telefonini (portatili) che gente. In Italia è così. Personalmente comincio a non usarlo quasi più, che è una reazione normale, dopo anni di intasamento. A quando vedo, intorno, invece, a suon di nuovi modelli sempre più completi (davvero si arriverà a quello che fa il caffè?) e di offerte differenti, è una escalation continua. Però, io che foraggio una delle più grandi Aziende del settore, ho sempre temuto quello che poi s'è avverato: qui ci pigliano allegramente per il culo. Leggetevi questo ottimo, davvero ottimo post sull'ultima trovata di questi “signori”. Siccome “Skype” è una delle poche cose che funziona, mi pareva strano che un gestore telefonico potesse associarsi a questo tipo di comunicazione senza ciurlare. A riprova di quanto detto, restino nella nostra mente i migliaia di ricorsi contro questi truffatori: un'offerta normale non esiste, la fregatura c'è sempre, sempre. E intanto pare che il marito di Afef (questo mi ricordo di lui, n…
Monologo di un uomo confuso




Ripropongo questo scritto di Hans Magnus Enzensberger. Lo ritengo, ancora oggi, e con rammarico, molto efficace, vero, non retorico. Uso queste sue parole, molto migliori delle mie, per esprimere un senso di confusione che si è acuito, se possibile, ancora. I nostri ricordi si allontanano, ed ogni giorno sanguinano di nuovo. Non esistono anniversari, ma giorni da non dimenticare.


“Noi siamo gli uni e gli altri sono gli altri. Lo dico per mettere subito le cose in chiaro! Gli altri sono sempre lì e ci danno sempre sui nervi. Mai che ti lascino in pace! E fossero almeno diversi! Macchè: pretendono di essere migliori di noi. Gli altri sono arroganti, supponenti e intolleranti nei nostri confronti. E' difficile dire cosa pensino davvero. Talvolta abbiamo l'impressione che siano dei matti. Una cosa è certa: vogliono qualcosa da noi, non ci lasciano mai in pace. Ci scrutano con fare provocatorio come se fossimo scappati da uno zoo o fossimo degli extraterr…
Monologo di un uomo confuso




Ripropongo questo scritto di Hans Magnus Enzensberger. Lo ritengo, ancora oggi, e con rammarico, molto efficace, vero, non retorico. Uso queste sue parole, molto migliori delle mie, per esprimere un senso di confusione che si è acuito, se possibile, ancora. I nostri ricordi si allontanano, ed ogni giorno sanguinano di nuovo. Non esistono anniversari, ma giorni da non dimenticare.


“Noi siamo gli uni e gli altri sono gli altri. Lo dico per mettere subito le cose in chiaro! Gli altri sono sempre lì e ci danno sempre sui nervi. Mai che ti lascino in pace! E fossero almeno diversi! Macchè: pretendono di essere migliori di noi. Gli altri sono arroganti, supponenti e intolleranti nei nostri confronti. E' difficile dire cosa pensino davvero. Talvolta abbiamo l'impressione che siano dei matti. Una cosa è certa: vogliono qualcosa da noi, non ci lasciano mai in pace. Ci scrutano con fare provocatorio come se fossimo scappati da uno zoo o fossimo degli extraterr…
Spizzichi



Spizzico tra i quotidiani di questi giorni, giusto per alleggerire l'aria un filino.
Così anche quelli che non leggono più questo Blog perchè è “Comunista” si rilassano: ne hanno più bisogno di me.

T'amo, Pio Bondi!
Bondi ha scritto a Cicchitto:
“Viviamo insieme/ questa irripetibile esperienza/ con passione politica/ autentica/ con animo casto/ e con la sorpresa/ dell'amicizia.
Ci mancheremo
quando verrà il tempo nuovo
e ci rispecchieremo finalmente
l'uno nell'altro.
E ci mancherà/ anche quello che non/ abbiamo vissuto insieme/ fra i banchi della scuola/ nell'adolescenza inquieta/ e nell'età in cui non si ama. La mia fede è la tenerezza dei tuoi sguardi. La tua fede è nelle parole che cerco”.
A parte che, come direbbe Totò, “...come poesia è una vera schifezza”, questi mi fanno simpatia. Ma dài, “...la tenerezza dei tuoi sguardi”? A “FI” ci sono dei simpaticoni, delle giuggiole. Non dobbiamo temerli. Compatirli, al massimo.

I Comandamenti.
Ti beccano il Boss…
Spizzichi



Spizzico tra i quotidiani di questi giorni, giusto per alleggerire l'aria un filino.
Così anche quelli che non leggono più questo Blog perchè è “Comunista” si rilassano: ne hanno più bisogno di me.

T'amo, Pio Bondi!
Bondi ha scritto a Cicchitto:
“Viviamo insieme/ questa irripetibile esperienza/ con passione politica/ autentica/ con animo casto/ e con la sorpresa/ dell'amicizia.
Ci mancheremo
quando verrà il tempo nuovo
e ci rispecchieremo finalmente
l'uno nell'altro.
E ci mancherà/ anche quello che non/ abbiamo vissuto insieme/ fra i banchi della scuola/ nell'adolescenza inquieta/ e nell'età in cui non si ama. La mia fede è la tenerezza dei tuoi sguardi. La tua fede è nelle parole che cerco”.
A parte che, come direbbe Totò, “...come poesia è una vera schifezza”, questi mi fanno simpatia. Ma dài, “...la tenerezza dei tuoi sguardi”? A “FI” ci sono dei simpaticoni, delle giuggiole. Non dobbiamo temerli. Compatirli, al massimo.

I Comandamenti.
Ti beccano il Boss…
The Perennial Anonymous



Il post di ieri, come si poteva immaginare, ha sollevato più di qualche critica, pochi commenti ed un paio di mail. Mi fa piacere, si fa per dire, riportarVi, qui, il testo di una di queste (rielaborato nella sintassi, perchè, per alcuni la Lingua Italiana è un'opinione, variabile).
“Sig. Mattioli (grazie, per il “Signore!),
ho letto quello che Lei ha scritto (io non ho scritto nulla, ho riportato) oggi (ieri, ormai) e devo dire che mi fa una profonda tristezza vedere che ci sono ancora alcuni Italiani che pensano che la “Rivoluzione d'Ottobre” sia stata una cosa giusta. Dimentica con troppa facilità tutto quello che ne conseguì: devo ricordarle i Gulag, le epurazioni, il KGB e tante altre cose allegre? Recentemente un Parlamentare dell'UDC ha proposto il reato di “Apologia del Comunismo”, assimilabile a quello pensato per il Fascismo. E giustamente. Lei, Sig. Mattioli, è una persona che non ha capito nulla, né della Storia, né della Democrazia. Spero …
The Perennial Anonymous



Il post di ieri, come si poteva immaginare, ha sollevato più di qualche critica, pochi commenti ed un paio di mail. Mi fa piacere, si fa per dire, riportarVi, qui, il testo di una di queste (rielaborato nella sintassi, perchè, per alcuni la Lingua Italiana è un'opinione, variabile).
“Sig. Mattioli (grazie, per il “Signore!),
ho letto quello che Lei ha scritto (io non ho scritto nulla, ho riportato) oggi (ieri, ormai) e devo dire che mi fa una profonda tristezza vedere che ci sono ancora alcuni Italiani che pensano che la “Rivoluzione d'Ottobre” sia stata una cosa giusta. Dimentica con troppa facilità tutto quello che ne conseguì: devo ricordarle i Gulag, le epurazioni, il KGB e tante altre cose allegre? Recentemente un Parlamentare dell'UDC ha proposto il reato di “Apologia del Comunismo”, assimilabile a quello pensato per il Fascismo. E giustamente. Lei, Sig. Mattioli, è una persona che non ha capito nulla, né della Storia, né della Democrazia. Spero …
Революция! (Чтение)
Rivoluzione!   (Una lettura)



Il Post è lungo; non è mia abitudine, ma l'argomento senz'altro si presta a molte polemiche, a ricordi, a nostalgie e a molti errori. Quello che leggerete (bontà vostra) è la traduzione di un articolo che potete trovare qui. Il lavoro in Italiano l'ha svolto l'Amica Miru, "Blogger" eccelsa, con la consueta bravura, profondità, serietà, onestà intellettuale e capacità che la contraddistinguono, e che ringrazio di cuore. Perchè ho voluto lasciarlo a tutti Voi? Per discuterne, se vi va, o solo per capire se è vero che i sogni sono impossibili da realizzare. Una cosa è certa: la differenza la fanno sempre le persone. In qualsiasi caso.
Up-date: adesso la traduzione è completa. Se qualcuno vuole scaricarla, insieme ad altre, sempre rese in Italiano dalla Miru, il link è qui.

Un Ottobre per noi, per la Russia e per il mondo intero
Appello di 17 intellettuali e artisti russi

Non sorprende che il novantesimo anniversario del…
Революция! (Чтение)
Rivoluzione!   (Una lettura)



Il Post è lungo; non è mia abitudine, ma l'argomento senz'altro si presta a molte polemiche, a ricordi, a nostalgie e a molti errori. Quello che leggerete (bontà vostra) è la traduzione di un articolo che potete trovare qui. Il lavoro in Italiano l'ha svolto l'Amica Miru, "Blogger" eccelsa, con la consueta bravura, profondità, serietà, onestà intellettuale e capacità che la contraddistinguono, e che ringrazio di cuore. Perchè ho voluto lasciarlo a tutti Voi? Per discuterne, se vi va, o solo per capire se è vero che i sogni sono impossibili da realizzare. Una cosa è certa: la differenza la fanno sempre le persone. In qualsiasi caso.
Up-date: adesso la traduzione è completa. Se qualcuno vuole scaricarla, insieme ad altre, sempre rese in Italiano dalla Miru, il link è qui.

Un Ottobre per noi, per la Russia e per il mondo intero
Appello di 17 intellettuali e artisti russi

Non sorprende che il novantesimo anniversario del…
I'm Only Human




Non è che mi dispiaccia perchè la morte di Biagi sbatterà in faccia a qualcuno la sua meschinità.
Mi dispiace perchè è morta una persona coerente, che ha sempre detto quello che pensava.
Non abbassava mai lo sguardo e questo in un Paese, dove, spesso, si guarda altrove perchè non si ha coraggio, non si hanno le palle.
Non mi piaceva sempre, a volte il suo tono troppo sommesso mi faceva riflettere su una morbidezza che non era certo d'intenti, ma un pò noiosa: fu cacciato da molti giornali, e tornò sempre a fare il suo mestiere.
Ora sarà una pletora di becchini e riesumatori, di chi si pente e di chi gongola.
Ricordiamo un Uomo, per favore, solo un Uomo.
Noi che spesso uomini non sappiamo essere.

(In tutto questo domina, purtroppo, la solita mancanza di tatto Italiota. Prodi ricorda l'editto "Bulgaro" ed il leccapiedi dell'uomo di plastica lo bacchetta perchè è inopportuno. Detta da lui, questa cosa, rende ancor più valente la figura di Biagi e misera…
I'm Only Human




Non è che mi dispiaccia perchè la morte di Biagi sbatterà in faccia a qualcuno la sua meschinità.
Mi dispiace perchè è morta una persona coerente, che ha sempre detto quello che pensava.
Non abbassava mai lo sguardo e questo in un Paese, dove, spesso, si guarda altrove perchè non si ha coraggio, non si hanno le palle.
Non mi piaceva sempre, a volte il suo tono troppo sommesso mi faceva riflettere su una morbidezza che non era certo d'intenti, ma un pò noiosa: fu cacciato da molti giornali, e tornò sempre a fare il suo mestiere.
Ora sarà una pletora di becchini e riesumatori, di chi si pente e di chi gongola.
Ricordiamo un Uomo, per favore, solo un Uomo.
Noi che spesso uomini non sappiamo essere.

(In tutto questo domina, purtroppo, la solita mancanza di tatto Italiota. Prodi ricorda l'editto "Bulgaro" ed il leccapiedi dell'uomo di plastica lo bacchetta perchè è inopportuno. Detta da lui, questa cosa, rende ancor più valente la figura di Biagi e misera…
La musica di plastica costa (pagate)




Amare la musica ed essere degli illusi è tutt'uno. Perchè quello che si poteva, in quest'Arte così splendidamente appagante, fare, di bello, probabilmente è già stato compiuto. Probabilmente, non sicuramente. Se il “patron” della EMI (una delle quattro sorelle della musica intesa come prodotto di “consumo”), cazzia un po' di gente perchè non produce, a me sovviene un dubbio (non quello che viene ad Assante e Castaldo, le due mummie vendute della “Repubblica”): un tempo non era questione di talento e bravura? Mercificata anche l'anima, ormai, a questo Mondo, è solo un parlare di soldi: se non produci, se non vendi, se non sei primo in classifica, con la tua “musica”, sei fuori, vattene a cercare anticipi da un'altra parte. A me frega assai poco di quanto percepisce un poveretto come Doherthy, o una nullità come la Carey, né mi stupisco che un altro cartapestato come Williams sia riuscito a scucire 80 milioni di € per fare quattro …
La musica di plastica costa (pagate)




Amare la musica ed essere degli illusi è tutt'uno. Perchè quello che si poteva, in quest'Arte così splendidamente appagante, fare, di bello, probabilmente è già stato compiuto. Probabilmente, non sicuramente. Se il “patron” della EMI (una delle quattro sorelle della musica intesa come prodotto di “consumo”), cazzia un po' di gente perchè non produce, a me sovviene un dubbio (non quello che viene ad Assante e Castaldo, le due mummie vendute della “Repubblica”): un tempo non era questione di talento e bravura? Mercificata anche l'anima, ormai, a questo Mondo, è solo un parlare di soldi: se non produci, se non vendi, se non sei primo in classifica, con la tua “musica”, sei fuori, vattene a cercare anticipi da un'altra parte. A me frega assai poco di quanto percepisce un poveretto come Doherthy, o una nullità come la Carey, né mi stupisco che un altro cartapestato come Williams sia riuscito a scucire 80 milioni di € per fare quattro …
Giochetto [semo]



E sì, scherziamo un pelino.
Che nome ci mettereste, nello spazio bianco?
Attenti alle conseguenze.
Valutate bene gli attributi dell'ipotetico soggetto, la sua presumibile voracità, magari sessuale.
Si vince, eccome.
Una mutanda di latta: però senza rivetti.
Giochetto [semo]



E sì, scherziamo un pelino.
Che nome ci mettereste, nello spazio bianco?
Attenti alle conseguenze.
Valutate bene gli attributi dell'ipotetico soggetto, la sua presumibile voracità, magari sessuale.
Si vince, eccome.
Una mutanda di latta: però senza rivetti.
Il dì di Festa?




Vi vedo, che fate il "week-end" lungo, che fate finta di niente.
Io lascio una bella Poesia, che fa impegnato.
Oh, sono mica io il più bravo (per fortuna).


"Spargono
la
Stella della sera sopra la roccia.

In montagna raccogliemmo fiori
Rossi su sentieri a precipizio
Io vidi il suo baldanzoso

Cuore
ridemmo sul declivio

Adesso che il pianeta si dilegua
Posso dire stella della sera".

(Sarah Kirsch)



Il dì di Festa?




Vi vedo, che fate il "week-end" lungo, che fate finta di niente.
Io lascio una bella Poesia, che fa impegnato.
Oh, sono mica io il più bravo (per fortuna).


"Spargono
la
Stella della sera sopra la roccia.

In montagna raccogliemmo fiori
Rossi su sentieri a precipizio
Io vidi il suo baldanzoso

Cuore
ridemmo sul declivio

Adesso che il pianeta si dilegua
Posso dire stella della sera".

(Sarah Kirsch)